Il gran premio di Roma

Mi passa sotto casa, intendiamoci.
Ma Cerasa ha ragione.
Perché i romani stanno sollevanto tanto casino per bloccarlo?


10 commenti on “Il gran premio di Roma”

  1. Giovanna ha detto:

    Ciao, torno a scriverti qui perchè ho appena letto questo:
    http://roma.repubblica.it/cronaca/2010/10/27/news/gran_premio_eur-8469927/

    “Buona” lettura (la notizia non è affatto buona IMHO, ecco perchè le virgolette)

    Giovanna

  2. […] Articolo completo fonte: Il gran premio di Roma […]

  3. caso ha detto:

    non c’è da essere contro o a favore.
    A farlo ci si guadagna tantissimo miliardi e miliardi ripartiti tra decine di migliaia di persone.
    quindi non c’è da discutere
    è come chiedere se uno vuole lavorare. deve lavorare per forza, non c’è da discutere

  4. Giovanna ha detto:

    Io vivo a Garbatella ma studio all’Eur… Personalmente io sono contraria al gran premio a Roma perchè sarebbe solo l’ennesima speculazione sulla città, e la bloccherebbe per settimane… io da Romana sono stanca di avere uno sciopero dei mezzi a settimana, il traffico impazzito tutti i giorni, e l’idea di avere la gente che sfreccia a 200 all’ora all’EUR mentre nel resto della città si fa prima-folle fisso non me gusta proprio! 🙂

    • Pietro Salvatori ha detto:

      sì cara Giovanna, ma questi sono problema che attiengono la gestione complessiva della città.
      a livello di indotto e di implementazione infrastrutturale un gran premio, per quanto episodicamente destinato a creare disagi, non potrebbe che essere utile

      • Giovanna ha detto:

        ma perchè sistemare le strutture e i servizi essenziali della città non porterebbe altrettanti (se non di più) soldi e benessere?
        Però esattamente come con il Ponte sullo Stretto, Alemanno rilancia Gran Premi e Olimpiadi per fare consenso creando la sensazione di star facendo Roma grande ma senza risolvere le infinite scomodità di tutti i giorni di chi vive a Roma. Vogliamo continuare a farci sfruttare per avere in cambio un contentino economico invece di pensare a come unire l’utile al dilettevole?
        Infine, dopo il modo in cui sono stati gestiti i mondiali di nuoto, io non gli darei nemmeno un pelino della mia fiducia a questa gente che si occupa dei grandi eventi. Scusa la prolissità, spero che le mie ragioni ti siano più chiare 🙂

        • Pietro Salvatori ha detto:

          chiarissime
          ma il Gran Premio trascende la contingenza di chi amministra temporaneamente la città

          • Giovanna ha detto:

            Su questo hai ragione, e in generale sarebbe figo avere il gran premio a Roma… però mi da fastidio che venga usato per distogliere l’attenzione dai problemi quotidiani della città, su cui già in passato c’era poca attenzione e adesso proprio zero, almeno da quello che vedo io nella mia realtà di studentessa.
            La cittadinanza chiede delle cose, e gli amministratori per evitare di rispondere dicono: “ehi guardate, un asino che vola!” (ovvero indicano il gran premio)… uno si sente giustamente preso per il culo! E quindi non è che si può avere troppa simpatia per il gran premio di conseguenza… ^^” Forse è una posizione ostruzionistica, però qua sennò parlano sempre di aria fritta e i problemi veri stanno sempre là. Grazie per la discussione, e complimenti per il blog 😉


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...