I giornalisti Rai che condividono con Grillo le critiche alla Rai

“Guardando 8 e ½ ieri sera, quando Lilli Gruber ha intervistato il neo-eletto Bonafede, ho avuto la stessa identica reazione che Beppe Grillo palesa oggi sul blog”. Così Carlo Alberto Morosetti commenta il post del leader del Movimento 5 stelle. Morosetti è vice-caporedattore economico del Tg2. Ma soprattutto è uno degli animatori di “Giornalisti liberi in movimento”, un gruppo che, partendo proprio dalla Rai, si prefigge di aggregare molti addetti del mondo dell’informazione sulle istanze del Movimento 5 stelle.

“Domani avremo una riunione organizzativa, in cui metteremo a tema anche quel che scrive Grillo”, racconta Fabrizio De Jorio del Televideo, promotore dell’iniziativa. “L’immagine del giornalismo italiano è ormai degradata”, spiega De Jorio, portachiavi dello Tsunami tour in tasca. A partire proprio dal servizio pubblico: “La Rai è in mano ai partiti, la diffidenza di Grillo è normale”. Ma anche le reti private sono sotto la lente d’ingrandimento: “Il caso dell’intervista fatta da Barbara D’Urso è ai limiti della frode ai danni dell’utente”. Il discorso arriva a toccare l’intero mondo della comunicazione: “La ressa di colleghi fuori dagli hotel nei quali si sono tenute le normalissime riunioni dei parlamentari è stata indecorosa. Ognuno fa il suo mestiere, molti lo fanno anche bene, ma aspettare fuori dalla porta come questuanti non mi è sembrata una bella immagine”.

Continua sull’Huffingtonpost.



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...