La rivoluzione catodica del M5s

Luigi Di Maio a Ottoemezzo, Vito Crimi a La Gabbia, Nicola Morra a Virus. En pleindel Movimento 5 stelle nei talk show serali. Segno che qualcosa sta cambiando? Forse. Martedì lo staff della comunicazione si è incontrato a Milano con Gianroberto Casaleggio. Un appuntamento di routine, come quelli che avvengono da mesi con cadenza quasi settimanale, ma non è escluso che lì possa essere maturata una scelta che covava da tempo. “Dobbiamo andare in tv, spiegare la nostra posizione anche a chi non frequenta la rete”, spiega un senatore grillino. I teledipendenti, come li definiscono molti parlamentari, saranno raggiunti da quella che si configura come una vera e propria offensiva mediatica.

Di Maio sarà in studio a duellare con Deborah Serracchiani, la prima volta da quando Morra, prima dell’estate, si confrontò con Ugo Sposetti sul tema del finanziamento pubblico ai partiti. Crimi e lo stesso Morra saranno in collegamento esterno. Nessuna deroga ai principi cardine del Movimento: sì a dibattiti se contemplano un confronto a due voci, sì a collegamenti esterni in presenza di consessi più affollati, no alla partecipazione in studio in talk show che contemplano più ospiti.

Continua sull’Huffingtonpost.



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...