“La decadenza del Cav non slitterà a causa della manovra”, dice il relatore del Pdl

“No, no. Non so più come dirlo: la decadenza di Silvio Berlusconi non slitterà”. È perentorio Luigi Zanda, raggiunto al telefono, quando gli si fanno presenti i timori, diffusisi in queste ore, che il voto sul Cavaliere venga rimandato a causa del rinvio dell’approvazione della legge di stabilità. È stato Antonio Azzollini a far drizzare le antenne nel primo pomeriggio. Il presidente della commissione del Bilancio di Palazzo Madama aveva sparso pessimismo a piene mani: “La legge di Stabilità non arriverà in aula al Senato lunedì”.

Subito la mente è andata ad un tentativo di dilazione dei tempi da parte del Pdl. Ma fonti democratiche del Senato smentiscono: “No, lavorano a pieno regime anche loro, se stanno portando tentativi ostruzionistici sono molto bravi, perché non ce ne stiamo accorgendo”. A sminare il campo ci pensa Antonio D’Alì, relatore della manovra per conto del Pdl: “La decadenza non verrà procrastinata a causa della legge di stabilità – spiega netto ad Huffpost – Stiamo procedendo in commissione affinché in Aula il lavoro sia rapido e veloce. Al massimo lo slittamento potrà essere di uno o due giorni”. E, spiegano i tecnici di via del Nazareno, dal momento in cui arriverà in Aula basteranno 48 ore, anche meno, per arrivare al voto finale”

Continua sull’Huffingtonpost.



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...