Scudo spaziale orbitante (e no, non c’entra Star Wars, c’entra il M5s)

Volantino informativo di Mirko Busto, onorevole del Movimento 5 stelle.

bustom5s


La faccia di Barroso

Una mitomane raggiunge Barroso e gli legge un testo sull’Ue come “un pezzo del piano del Nuovo Ordine Mondiale per distruggere la terra e gli animali”. La faccia del presidente della Commissione Ue è da antologia.


Jobs act, le origini

Renzi

(via Michela Maisti)


Sua altezza imperiale la principessa dei Forconi

Volevo sintetizzare una cosa che è arrivata via mail. Ma è troppo spassosa, così ecco il testo integrale:

COMUNICATO STAMPA

Con preghiera di gradita pubblicazione.

Oggi alla manifestazione di protesta dei Forconi, organizzata, a Roma, da Danilo Calvani, saranno presenti anche un centinaio di Nobili Contadini (provenienti da tutta Italia) e Monarchici Tradizionalisti (Sabaudi ma anche Borbonici, Asburgici e Papalini) invitati dal Centro Studi Patria e Libertà del Patrizio Romano Conte Cavaliere di Gran Croce Prof. Fernando Crociani Baglioni di Serravalle di Norcia (foto in allegato, noto esponente della destra, che ha cosi motivato l’adesione):

“Da sempre l’autentica aristocrazia è legata alla propria terra e difende la propria comunità. Partecipare a questa legittima protesta, popolare e patriottica, legale e pacifica, è per noi naturale. Bisogna dare risposte, soprattutto, al disagio delle giovani generazioni che hanno ripreso la via della emigrazione perché l’Italia nega loro il pane dell’oggi, la possibilità di costruirsi una famiglia e delle prospettive per il futuro. Oggi saremo con Calvani ma, domenica, accompagneremo gli altri Forconi in Piazza San Pietro. Forte è la componente cattolica del movimento che si riconosce nella Dottrina Sociale della Chiesa Papa Francesco si è sempre dimostrato attento al mondo del lavoro ed al disagio degli ultimi, lontani e vicini, e darà loro la sua paterna benedizione”.

Con Patria e Libertà, a Roma, saranno presenti Sua Altezza Imperiale la Principessa Silvia Comeno d’Otranto (discendente dagli Imperatori di Bisanzio), la Contessa Elena Manzoni di Chiosca e Poggiolo (sorella dell’artista Piero e mamma di Pippa Bacca), il Conte “Grappa” Alessandro Romei Longhena (imprenditore, allevatore di cavalli, produttore e bevitore di grappa), il Barone “Nero” Roberto Jonghi Lavarini (Walser Freiherr von Urnavas, presidente del comitato Destra per Milano) ed i fratelli Diego e Mauro Zoia Puschina di Inveruno (dirigenti della Lega Nord, vicini a Mario Borghezio). Non poteva certamente mancare il sostegno (e forse anche la presenza) di un noto personaggio storico come Sua Eccellenza il Principe Lilio Marescotto Sforza Ruspoli di Cerveteri, esponente della nobiltà nera papalina e della destra più tradizionalista e reazionaria, da sempre difensore del mondo agricolo (ultimamente con il movimento Vento del Sud – Invito alla Rivolta )

F.to
Ferdinando Polito Piromallo di Montebello
Centro Studi Storici e Politici Internazionali


“I love foiba”

I love foiba

(La maglietta del signore sopra il camioncino è stata indossata martedì scorso ad Albano Laziale (Rm) nel corso di una manifestazione contro Priebke e i Lefebvriani)


La senatrice M5s e il suo amico Pino. Pino Chet

BY8uv6YCMAAhpOj


Il tempo delle mele


I have a drone

Ieri un piccolo aeroplanino telecomandato ha sfiorato Angela Merkel durante un comizio.

Oggi è arrivata la pittoresca rivendicazione del Piratenpartei:

“Volevamo farle capire cosa si prova quando ci si trova improvvisamente a essere osservati da un drone”


La sesta stella

La vita di Lombardi, dopo il turbolento periodo da capogruppo, è rientrata nei ranghi di una relativa normalità. Ma non la fiamma per il Movimento, che arriva ad avvolgere anche gli affetti della parlamentare stellata: “A me piacerebbe tanto chiamarla Stella”, dice ridendo, un eloquente riferimento al simbolo della creatura di Beppe Grillo. Decisione presa? Quasi: “Non so se mio marito sarà d’accordo, ma vedremo”.

Continua sull’Huffingtonpost.


Quando Grillo provò a brevettare Dio

Scartabellando per la rete, mi sono imbattuto in questo incredibile documento del ministero dello Sviluppo economico.
È datato 8 ottobre 2007 e certifica il tentativo (poi fallito) di Grillo Giuseppe di brevettare “la parola ” dio” scritta in stampatello, riprodotta in qualsiasi colore e dimensione”.

Qui il documento.